Che differenza c’è tra giacca e blazer?

giacche

Molte volte sentiamo parlare di giacca e blazer, utilizzati come sinonimi, ma sono due indumenti da non confondere.

È difatti un errore comune pensare che non vi sia alcuna differenza tra giacca e blazer, così come altrettanto comune è pensare che l’unica differenza sia riportata al fatto che il blazer lo si possa indossare separatamente, senza alcun completo.

È senz’altro vero infatti che il blazer nasce come capo dotato di una originalità propria, capace appunto di donare quel tocco di personalità in più al look di chi lo indossa, ma sono tante le
differenze che distinguono la giacca dal blazer.

Quali sono le differenze tra una giacca e un blazer?

Lunghezza: solitamente il blazer è più corto della giacca comune. Il blazer ha una vestibilità più morbida e avvolgente, a differenza della giacca da abito che si presenta più rigida e strutturata.

Bottoni: i bottoni del blazer, sono spesso in metallo, e diventano un vero e proprio accessorio dell’indumento, con motivi e decorazioni particolari, a differenza della classica giacca dove i bottoni sono più anonimi o quantomeno sobri.

Si possono inoltre riscontrare differenze tra la giacca monopetto, in cui i lembi si sovrappongono leggermente, e può avere uno, due fino ad un massimo di tre bottoni, e la giacca doppiopetto, caratterizzata da due file di bottoni. In genere questi modelli hanno quattro o sei bottoni, di cui almeno due vengono allacciati.

Ora che sappiamo distinguere un capo rispetto all’altro passiamo alla difficoltà successiva.

Quando è meglio indossare la giacca?

Nelle occasioni più formali, come ad esempio un meeting di lavoro, o in situazioni dove è richiesto un particolare dress code con uno stile più elegante e classico, come matrimonio e altre cerimonie, è preferibile indossare una giacca, sempre abbinata ai pantaloni del completo. Ovviamente, in base alla stagionalità, ci sono differenze da giacca a giacca.

  • La giacca estiva deve avere una struttura meno rigida rispetto a quella invernale, in modo da offrire un senso di comodità nei movimenti del corpo e non opprimere chi la indossa. In questo caso sono indicati tessuti più leggeri e traspiranti come lino, cotone, fresco lana o un mix che comunque varierà la consistenza in base alle percentuali dei diversi tessuti.
  • La giacca invernale invece, necessita di una struttura e di fibre più corpose, come la flanella, il cashmere, il velluto e naturalmente la lana, che donano più rigidità all’abito e gradevole confort a chi le indossa anche nelle giornate più fredde senza rinunciare a stile ed eleganza.

Quando è meglio indossare il blazer?

Viceversa, il blazer è preferibile indossarlo nelle occasioni meno formali, mondane sì, ma che non richiedano un particolare impegno a livello di eleganza e compostezza.

Tutto ciò non significa rinunciare allo stile ma magari puntare più all’originalità. Ovviamente anche per indossare il blazer occorre valutare il tipo di stagione che si va ad affrontare, adattando i tessuti del capo in base alle nostre esigenze, quindi preferibile lino o cotone per un blazer comodo e leggero nelle occasioni estive, scegliendo la lana nelle occasioni invernali.
Grazie alla versatilità di questo indumento è adatto a tutte quelle occasioni che non richiedono un completo formale. Adatto a tutti i momenti della giornata è un must immancabile nel guardaroba di tutte le stagioni.

Blazer o giacca, da portare con eleganza o leggerezza, scegliere il capo che ci fa stare a più agio con il nostro stile, la nostra fisicità e la nostra personalità è sempre la giusta opzione.

Related Posts

PER MAGGIORI INFORMAZIONI O PER FISSARE UN APPUNTAMENTO

Storia della Camicia

I titoli dei nostri tessuti vanno da 50 ad oltre 200 e più alto è il titolo più il tessuto è pregiato. Il nostro è molto di più di un semplice servizio su misura. Chi compra Arti & Sarti rimane fedele negli anni perché il nostro prodotto è di altissima qualità.

Ultime realizzazioni

×

Powered by WhatsApp Chat

× Whatsapp