Come stirare le camicie: trucchi e consigli

Stirare le Camicie

Stirare le camicie: ecco l’incubo di chi si appresta a farlo, e l’utopia di chi le indossa.

Un’attività che potrebbe non essere l’hobby più divertente che si possa scegliere, soprattutto in estati come questa. Ma il risultato di un lavoro ben fatto certamente non passerà inosservato.

Leggendo la storia della camicia e osservando la pratica degli esperti, è facile trovare diverse strategie e tecniche per raggiungere al meglio il risultato sperato senza correre il rischio di bruciare o danneggiare i tessuti, ottenendo una stiratura perfetta, senza pieghe e soprattutto, senza stress!

Coraggio su, è il caso di dire “rimbocchiamoci le maniche”, e andiamo a scoprire i segreti della stiratura!

Teniamo a mente, innanzitutto, che non tutte le camicie sono uguali, così come non sono uguali le condizioni di lavoro. Prima di procedere occorre considerare alcuni piccoli accorgimenti che possono semplificarci il lavoro.

Gli accorgimenti migliori per predisporre la stiratura perfetta

Asciugatura: è un aspetto che spesso viene ignorato, ma come si dice “chi ben comincia, è a metà dell’opera!”, dunque una buona asciugatura riduce notevolmente gli sforzi e ci semplifica la vita. Evitare di mettere le camicie nell’asciugatrice ad esempio e avere l’arguzia di stenderla appesa ad una gruccia sono ottimi punti di partenza.

Umidità: si consiglia sempre di iniziare a stirare quando ancora la camicia è umida. Se siamo in un ambiente molto arido, o la giornata è particolarmente secca, è bene sfruttare il vapore del ferro o aiutarsi con un semplice vaporizzatore.

Colori: bisogna ricordarsi che i tessuti di colore scuro, soprattutto i sintetici, vanno stirati a rovescio, per evitare uno sgradevole effetto lucido, che vanificherebbe ogni sforzo per raggiungere la stiratura perfetta

Temperatura: in questo caso, vengono in nostro aiuto le etichette, che forniscono utili indicazioni circa la regolazione della temperatura che anche nel caso del cotone più resistente, è bene non sottoporre a temperature oltre i 200°C, per non tormentare o addirittura bruciare le fibre.

Camicie Stirate

Il procedimento ideale per stirare le camicie

Ora che il setting è predisposto ed è stato valutato l’assetto iniziale, possiamo procedere con la vera e propria tecnica. L’importante è andare con ordine!

  1. All’inizio era il colletto: partiamo da qui, stirando entrambi i lati. Si distende e quando è ben aperto, si stira prima da un lato e poi dall’altro, con un discreto getto di vapore.
  2. Scendiamo sulle spalle: si posiziona prima una, poi l’altra sulla punta dell’asse con la maniche che pendono giù. Ci si concentra sulla parte centrale spingendosi fino all’altezza delle scapole.
  3. Arriviamo alle maniche: analogamente al colletto, si stirano i polsini (fronte e retro), poi si piega la manica seguendo la riga che arriva fino all’ascella. Tutto questo procedendo dal polso verso l’ascella.
  4. Tocca al petto: per prima cosa è meglio occuparsi del lato con le asole, stirando dal basso verso l’alto, ricordando sempre di fare prima le parti più spesse: i bordi. Poi si passa al lato dei bottoni, facendo in modo di non colpirli e non passarci sopra con il ferro per evitare di rovinarli.
  5. Infine, la schiena: ora è possibile stendere bene la camicia sull’asse da stiro. Anche in questo caso è bene stirare dal basso verso l’alto, cercando di non ripetere troppe volte l’operazione, per non rovinare tutto il lavoro fatto, ricreando nuove pieghe.

Terminata la parte “manuale” è bene avere premura di appendere la camicia ad una gruccia, all’aria aperta, non dentro ad un armadio, per consentire al vapore di assorbirsi.

Se invece bisogna piegarla, il consiglio è di chiudere i bottoni in maniera alternata, sollevandola dalle spalle, e adagiandola sull’asse da stiro, in modo che i bottoni siano a contatto con essa. A questo punto si può ripiegare un lato verso il centro della schiena e su di esso piegare la manica, ripetendo l’operazione con l’altra manica, in modo che i lati siano simmetrici. Ultimo passaggio: chiudere e portare la parte bassa fin sotto al colletto.

Ora che abbiamo tutte le nozioni per svolgere questa operazione a regola d’arte, non ci resta che passare dalla teoria, alla pratica! Buon lavoro!

Vuoi una consulenza? Ti serve una camicia su misura? Contattaci!

Related Posts

PER MAGGIORI INFORMAZIONI O PER FISSARE UN APPUNTAMENTO

Storia della Camicia

I titoli dei nostri tessuti vanno da 50 ad oltre 200 e più alto è il titolo più il tessuto è pregiato. Il nostro è molto di più di un semplice servizio su misura. Chi compra Arti & Sarti rimane fedele negli anni perché il nostro prodotto è di altissima qualità.

Ultime realizzazioni

× Whatsapp